Breaking News:
  • Registrati

Scienzaonline

Home Astronomia Esplorazione dello Spazio Gli spillover tecnologici nel settore spaziale: cosa sono e che effetti hanno

Gli spillover tecnologici nel settore spaziale: cosa sono e che effetti hanno

(0 voti, media 0 di 5)

Il 6 giugno scorso sono stati presentati all’Agenzia Spaziale Italiana i risultati di una ricerca eseguita per conto dell’ASI dal Dipartimento di Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi dell’Università di Bergamo

Le attività spaziali offrono grandi benefici economici che non si fermano solo a quest’ambito, ma si diffondono e circolano in modo significativo verso altre aziende e altri settori: sono gli ‘spillover tecnologici’, oggetto di studio della ricerca “Misure e rilevanza degli Spillover dalle industrie ad alta tecnologia, con particolare attenzione all’industria spaziale: il caso italiano”, condotta dall’Università di Bergamo e commissionata dall’Agenzia Spaziale Italiana.

L’indagine, partendo da un’analisi dei dati del periodo 1980 – 2011 relativa a 22 diversi settori dell’industria manifatturiera, ha evidenziato l’eccezionalità delle prospettive, gli effetti moltiplicativi del settore spaziale sugli altri e i forti aumenti di produttività portati nel tessuto economico del Paese. I risultati dimostrano che esistono spillover significativi tra diversi settori, con effetti rilevanti e maggiori rispetto al capitale di conoscenza interno, con rendimenti positivi ed elevati: tutto ciò  segnala significative opportunità di investimenti.

Lo studio ha messo in luce che il settore spaziale ha un’elevata intensità di ricerca e sviluppo sul valore della produzione, pari a quasi il 12%, contro il 4% dell’hi-tech nel suo complesso. Importante è anche il dato della diversificazione tecnologica: le tecnologie spaziali sono molto diversificate (l’indice di eterogeneità tecnologica ha un valore molto alto) e  quindi utilizzabili in settori diversi. Inoltre, l’indice di ricerca e sviluppo per addetto nel settore spaziale è di 30mila euro, nell’hi-tech circa 11mila.

Un punto fondamentale, sottolineato nel corso del convegno, è la differenza tra trasferimento tecnologico, che fa riferimento a un ambito di mercato in cui la conoscenza si diffonde attraverso i brevetti, e gli spillover, sinonimo di circolazione di conoscenze tecnologiche al di fuori dei rapporti di mercato: con gli spillover le conoscenze non vengono vendute o acquistate, ma si muovono gratuitamente e così facendo stimolano la produttività anche in settori molto lontani l’uno dall’altro.

Chiara Di Mizio

 

Non hai i permessi per commentare

VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

LAVORI IN CORSO

LAVORI IN CORSO - Nuovo sistema di gestione in collaudo
VI PREGHIAMO DI SCUSARCI PER I DISAGI
STIAMO IMPORTANDO IL DATABASE DI
TUTTI GLI ARTICOLI DI SCIENZAONLINE
DAL 2003 AD OGGI

SCIENZAONLINE.COM

  • Ultime News
  • News + lette
Il Grafene, il nano-materiale che migliorerà la nostra vita

Il Grafene, il nano-materiale che...

2010-11-23 00:00:00

Musicolor

Musicolor

2009-02-18 00:00:00

I Della Robbia e la storia della terracotta invetriata

I Della Robbia e la storia della...

2009-03-18 00:00:00

Giovanni Papi - Prata Caelestia

Giovanni Papi - Prata Caelestia

2009-11-17 00:00:00

Autorizzazioni

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew 
Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

 

Hot Topic

Ultimi Commenti

X

.

Pubblica il tuo Articolo

Hai scritto un Articolo scientifico? Inviaci il tuo articolo, verrà valutato e pubblicato se ritenuto valido! Fai conoscere la tua ricerca su Scienzaonline.com!

Ogni mese la nostra rivista è letta da + di 50'000 persone

Information

Information

Ultime News

Redazione

Contatta la Redazione di Scienzaonline.com per informazioni riguardanti la rivista
Pagina Contatti

Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information