Stampa questa pagina

NASA-ASI, continua la collaborazione spaziale In evidenza

Quella tra Italia e Stati Uniti in campo spaziale è una fruttuosa collaborazione, ormai decennale. All’incontro dello scorso 7 ottobre tra i vertici delle due agenzie spaziali nazionali, NASA e ASI, è stata ribadita e rafforzata la cooperazione, anche in vista di nuove prospettive. Charles Bolden, amministratore generale della NASA, e Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, hanno sottolineato l’importanza delle attività della Stazione Spaziale Internazionale: ne è testimonianza il Memorandum of Understanding ASI-NASA, relativo ai moduli Mplm (Mini Pressurized Logistics Module) per la Stazione Spaziale Internazionale, firmato a Roma il 9 ottobre del 1997

La ISS, che dovrebbe restare in funzione almeno fino al 2020, ma la cui vita potrebbe estendersi fino al 2028, è considerata da entrambi gli enti spaziali “un importante trampolino di lancio per l’esplorazione umana verso Marte”. Nel corso dell’incontro con Battiston, Bolden si è congratulato con l'Italia per il lancio imminente della prima astronauta italiana sulla Stazione: “Non vediamo l’ora del lancio della missione di Samantha Cristoforetti come prima astronauta italiana e  di molti altri primati nella nostra futura collaborazione con ASI".

ASI e NASA hanno poi ribadito l’impegno di entrambe le nazioni per l’esplorazione umana dello Spazio e altre iniziative internazionali, sia a livello bilaterale sia attraverso il contributo dell’Italia all’Agenzia Spaziale Europea.

Bolden e Battiston, inoltre, hanno firmato un’estensione della missione Swift Gamma Ray Burst Explorer, rafforzando così la cooperazione nel campo della ricerca astrofisica. I due responsabili degli enti spaziali italiano e statunitense hanno infine discusso di nuove opportunità per un’ulteriore cooperazione nel settore aeronautico, nella scienza e nella tecnologia, nell’ambito dell’accordo quadro tra Italia e Stati Uniti ‘Framework Agreement on Civil Space’, firmato a marzo del 2013.

Vota questo articolo
(0 Voti)