Scienzaonline - Ultimi Articoli

I pipistrelli non si ammalano di Covid-19

I pipistrelli non si ammalano di Covid-19

29 Luglio 2021

L’Università degli Studi di Milano ha studiato la capacità dei...

Nel tartaro dei nostri antenati preistorici, le origini dell’agricoltura in Europa

Nel tartaro dei nostri antenati preistorici, le origini dell’agricoltura in Europa

27 Luglio 2021

L’analisi del tartaro preistorico di 44 individui provenienti da siti...

All'UOC Sant’Andrea il primo intervento in Italia per il recupero dell’udito e di deficit vestibolari

All'UOC Sant’Andrea il primo intervento in Italia per il recupero dell’udito e di deficit vestibolari

27 Luglio 2021

L'intervento è stato effettuato il 19 luglio scorso dall'équipe coordinata...

Dal 1850 a oggi più che raddoppiato il tasso di innalzamento del Mediterraneo rispetto agli ultimi 4000 anni

Dal 1850 a oggi più che raddoppiato il tasso di innalzamento del Mediterraneo rispetto agli ultimi 4000 anni

27 Luglio 2021

L’Università di Pisa unico partner italiano dello studio internazionale pubblicato...

I cambiamenti climatici degli ultimi 150 anni hanno modificato la biodiversità in Italia

I cambiamenti climatici degli ultimi 150 anni hanno modificato la biodiversità in Italia

20 Luglio 2021

L’Università degli Studi di Milano ha analizzato 150 anni di...

Perù, svelata l’origine di uno dei più grandi giacimenti fossili di cetacei al mondo

Perù, svelata l’origine di uno dei più grandi giacimenti fossili di cetacei al mondo

20 Luglio 2021

La bassa concentrazione di ossigeno al fondo, il rapido seppellimento...

Nanomedicina e terapia cellulare insieme per promuovere la rigenerazione nervosa

Nanomedicina e terapia cellulare insieme per promuovere la rigenerazione nervosa

20 Luglio 2021

Al via il nuovo progetto coordinato da Unipi e finanziato...

Venerdì, 03 Agosto 2018
 
Sta destando scalpore nella comunita' scientifica uno studio appena pubblicato sulla rivista Gut che dimostra come l'obesita' nell'adolescente rappresenti un importante fattore di rischio per cirrosi epatica e tumore del fegato. Lo studio e' stato condotto su 1,2 milioni di giovani maschi svedesi dell'eta' compresa tra 17 e 19 anni, nati tra il 1951 e il 1976, i cui dati erano stati raccolti nei registri nazionali al momento della chiamata al servizio militare tra il 1969 ed il 1996, quando in quegli anni il servizio di leva era obbligatorio per cui tutti i ragazzi, eccetto una modesta percentuale del 2-3%, erano stati registrati (HagstromGut 2018).

"La Societa' Italiana di Gastroenterologia e Endoscopia digestiva (Sige) e' fortemente impegnata nella ricerca di base e nella ricerca clinica sulle malattie epatiche causate dal sovrappeso e dalla obesita'- sottolineano il presidente Domenico Alvaro e la vicepresidente Patrizia Burra- Il forte messaggio che emerge dal lavoro appena pubblicato dai colleghi svedesi sul rapporto tra obesita' negli adolescenti e rischio di sviluppare nell'eta' adulta malattia del fegato con progressione in fibrosi e cirrosi e sviluppo del tumore epatico, rappresenta un ulteriore stimolo alla ricerca in Gastroenterologia ed Epatologia per prevenire le malattie del fegato, intervenendo sul controllo di fattori di rischio modificabili, come l'alimentazione, il peso corporeo, l'uso inadeguato di bevande alcoliche".
Pubblicato in Medicina

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery