Scienzaonline - Ultimi Articoli

I pipistrelli non si ammalano di Covid-19

I pipistrelli non si ammalano di Covid-19

29 Luglio 2021

L’Università degli Studi di Milano ha studiato la capacità dei...

Nel tartaro dei nostri antenati preistorici, le origini dell’agricoltura in Europa

Nel tartaro dei nostri antenati preistorici, le origini dell’agricoltura in Europa

27 Luglio 2021

L’analisi del tartaro preistorico di 44 individui provenienti da siti...

All'UOC Sant’Andrea il primo intervento in Italia per il recupero dell’udito e di deficit vestibolari

All'UOC Sant’Andrea il primo intervento in Italia per il recupero dell’udito e di deficit vestibolari

27 Luglio 2021

L'intervento è stato effettuato il 19 luglio scorso dall'équipe coordinata...

Dal 1850 a oggi più che raddoppiato il tasso di innalzamento del Mediterraneo rispetto agli ultimi 4000 anni

Dal 1850 a oggi più che raddoppiato il tasso di innalzamento del Mediterraneo rispetto agli ultimi 4000 anni

27 Luglio 2021

L’Università di Pisa unico partner italiano dello studio internazionale pubblicato...

I cambiamenti climatici degli ultimi 150 anni hanno modificato la biodiversità in Italia

I cambiamenti climatici degli ultimi 150 anni hanno modificato la biodiversità in Italia

20 Luglio 2021

L’Università degli Studi di Milano ha analizzato 150 anni di...

Perù, svelata l’origine di uno dei più grandi giacimenti fossili di cetacei al mondo

Perù, svelata l’origine di uno dei più grandi giacimenti fossili di cetacei al mondo

20 Luglio 2021

La bassa concentrazione di ossigeno al fondo, il rapido seppellimento...

Nanomedicina e terapia cellulare insieme per promuovere la rigenerazione nervosa

Nanomedicina e terapia cellulare insieme per promuovere la rigenerazione nervosa

20 Luglio 2021

Al via il nuovo progetto coordinato da Unipi e finanziato...

Venerdì, 31 Agosto 2018


Un nuovo studio, coordinato dalla Sapienza, ha individuato in topi sottoposti a stress emotivo prolungato l’attivazione di sequenze di Dna mobili in specifiche regioni del cervello. Questi elementi sono in grado di alterare le funzioni del genoma con possibili effetti nocivi sull’organismo. I risultati della ricerca sono pubblicati sulla rivista Stress, The International Journal on the Biology of Stress
Il lavoro coordinato da Lucia Piacentini e Arianna Rinaldi del Dipartimento di Biologia e biotecnologie Charles Darwin della Sapienza suggerisce una base genetica per i possibili danni alla salute dovuti a un forte stress emotivo. I ricercatori hanno osservato che nei topi, modello animale “vicino” all’uomo per molte caratteristiche molecolari, l’esposizione prolungata a condizioni di stress è in grado di indurre l’attivazione incontrollata di elementi genetici mobili (trasposoni) e dunque possibili gravi conseguenze per l’organismo. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Stress, The International Journal on the Biology of Stress.

Pubblicato in Medicina

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery