Ultimi Articoli

Prevedere il comportamento delle piante con un modello matematico
25 Maggio 2020

È uno dei pochi modelli computazionali che, riproducendo l'attività di...

Covid19, bambini: Ministero della Salute, accordo di collaborazione con la Società Italiana di Pediatria (SIP) e Save the Children per l’educazione alla prevenzione e alla salute rivolta a bambini, adolescenti e genitori
25 Maggio 2020

Zampa: “Dopo il forzato isolamento le bambine, i bambini e...

Fantastic particles and where to find them
22 Maggio 2020

Mysterious material properties are laying the groundwork for photon-electron channels...

I cristalli catturano la luce e la trasformano in energia
22 Maggio 2020

Immagine del cristallo che cattura la luce Come una foglia...

New details regarding the immune response in Covid-19
22 Maggio 2020

The human immune system is reactive to more than just...

Journey to uncover mysteries of the Pacific Ocean
22 Maggio 2020

On 14 February, nine National University of Singapore (NUS) researchers...

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura
22 Maggio 2020

L’ultimo numero della rivista Research*eu è ora disponibile in formato...

ALMA Spots Twinkling Heart of Milky Way
22 Maggio 2020

Astronomers using the Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) found quasi-periodic...

Mercoledì, 15 Aprile 2015
Mercoledì, 15 Aprile 2015 13:07

AMS, nuova luce sulla materia oscura?

I risultati del cacciatore di antimateria AMS, acronimo di Alpha Magnetic Spectrometer, saranno da oggi i protagonisti della tre giorni AMS days at CERN, che vede coinvolti alcuni tra i più importanti fisici teorici e sperimentali a livello mondiale. Il cacciatore di antimateria è installato sulla Stazione Spaziale Internazionale dal 2011 e sarà al centro delle giornate per i suoi recenti risultati. C’è infatti una nuova evidenza di un eccesso di antiparticelle nei raggi cosmici: in particolare, AMS presenta la nuova misura di precisione del rapporto tra il flusso di antiprotoni e di protoni nei raggi cosmici, risultato che mostra per la prima volta una inattesa abbondanza di antiprotoni ad energie di centinaia di GeV. Questa misura risulta complementare alla misura di precisione del flusso di antielettroni (positroni) pubblicata da AMS nel 2014, che evidenzia anch’essa un eccesso di antimateria ad alta energia.

 

Pubblicato in Astrofisica

Medicina

Paleontologia

Due milioni di anni fa Australopithecus, Paranthropus robustus e Homo erectus hanno vissuto contemporaneamente in Sudafrica

06 Aprile 2020

Pubblicati sulla rivista Science i risultati di uno studio internazionale che ha riportato alla...

Geografia e Storia

Tra pianure abissali e montagne sottomarine ecco l’origine dei terremoti silenti

Tra pianure abissali e montagne sottomarine ecco l’origine dei terremoti silenti

17 Aprile 2020

Pubblicati i primi risultati della spedizione oceanografica della nave Joides Resolution con a bordo...

Astronomia e Spazio

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

22 Febbraio 2019

Un team internazionale di ricercatori ha analizzato dati provenienti da 33...

Scienze Naturali e Ambiente

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura

22 Maggio 2020

L’ultimo numero della rivista Research*eu è ora disponibile in formato PDF,...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery