La Cataratta Secondaria

Prof. A. Cusumano - Rome Vision Clinic 04 Set 2020
158 volte


La cataratta secondaria o fibrosi capsulare é il processo di fibrosi della capsula posteriore che si opacizza causando un annebbiamento della visione.

La cataratta secondaria si manifesta nella quasi totalità delle persone che si sono sottoposte precedentemente all'intervento di cataratta. In questi pazienti, la capsula posteriore (l'unica parte del vecchio cristallino che viene mantenuta in situ su cui appoggiare il nuovo cristallino artificiale) va incontro ad un processo di progressiva fibrosi, a seguito del quale si opacizza, interferendo nuovamente con la visione del paziente. Questo fenomeno prende il nome di fibrosi capsulare o indicata più comunemente come cataratta secondaria.

La cataratta secondaria può svilupparsi in un intervallo molto variabile compreso tra 3/6 mesi fino ad alcuni anni dopo l'intervento di cataratta. Contrariamente a quanto spesso ritenuto dai pazienti, lo scadimento visivo che si avverte non dipende dall'opacizzazione del cristallino artificiale (Intra Ocular Lens IOL) impiantato che rimane perfettamente trasparente per tutta la vita del paziente ma esclusivamente dalla fibrosi della capsula posteriore sulla quale è posizionata la lente. E' pertanto improprio indicare al paziente la necessità di "pulire" il cristallino artificiale con un trattamento laser YAG.

DIAGNOSI

La diagnosi è semplice e veloce e può essere effettuata già semplicemente osservando il paziente con lampada a fessura. Per ottenere un dato oggettivo certo è utile quantificare l'interferenza creata dalla fibrosi capsulare eseguendo un esame chiamato Interferometria (analisi del percorso luminoso all'interno dell'occhio). Questo esame diagnostico può essere effettuato con diversi strumenti ma preferibilmente mediante lo IOL Master o la PentacamAXL. Entrambi gli strumenti, elaborano un tracciato che evidenzia in modo semi quantitativo il grado di opacizzazione della capsula posteriore e l'interferenza che ne consegue suggerendo il miglior "timing" per la sua rimozione mediante trattamento para chirurgico ambulatoriale con laser YAG.

SINTOMI

Solitamente i sintomi della cataratta secondaria sono facili da riconoscere. A distanza di qualche mese o anno dall'intervento chirurgico di cataratta (link: https://romevisionclinic.com/trattamenti/intervento-di-cataratta/) , il paziente può riferire una visione offuscata come prima dell'intervento o può avvertire, particolarmente durante le ore notturne, un effetto di diffrazione molto fastidioso ogniqualvolta si fissano le luci dei lampioni o i fari delle macchine che appaiono frastagliate, allungate e colorate.

Il video del Prof. Cusumano della patologia è trovabile a questo link :

https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=RLfEaNtE6zw&feature=emb_logo

Per scoprire i possibili trattamenti (link: https://romevisionclinic.com/patologie-e-trattamenti/le-cataratte/cataratta-secondaria/)

 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 26 Ottobre 2020 14:30
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery