Brevettato da Directa Plus il processo di produzione di inchiostro a base dei nanomateriali Grafene G+ In evidenza

Troverà applicazione in molteplici campi: energia, smart textile, elettronica flessibile, plastiche multifunzionali, batterie agli ioni di litio e ritardo di fiamma

6 Luglio 2015 – L'azienda tecnologica con sede a Lomazzo (Co), che si colloca tra i principali produttori di nanomateriali a base grafene al mondo, ha di recente ottenuto l'approvazione del brevetto per l’invenzione industriale in Italia, con prossima estensione globale, sulla produzione di dispersioni ad alta concentrazione di Grafene G+.

Le caratteristiche dei nanomateriali prodotti da Directa Plus (GNPs) comprendono purezza e morfologia uniche, in termini di dimensioni laterali e spessore ottenuti grazie all'accurato processo di produzione sviluppato all'interno delle Officine del Grafene. Queste peculiari caratteristiche dei diversi gradi di Grafene G+, tra cui l'inchiostro ad alta concentrazione oggetto dell'ultimo brevetto, sono fondamentali per i risultati ottenuti nelle applicazioni reali. Le possibili applicazioni del materiale brevettato sono: energia, smart textile, elettronica flessibile, plastiche multifunzionali, batterie agli ioni di litio e ritardo di fiamma.

Directa Plus titolare ad oggi di 36 brevetti e 7 in fase di approvazione, sin dalla sua fondazione ha adottato un’aggressiva strategia di protezione della proprietà intellettuale delle tecnologie sviluppate.

“Questo brevetto - spiega Giulio Cesareo, fondatore e CEO di Directa Plus - si identifica con il nuovo percorso recentemente intrapreso da Directa Plus, che punta a posizionarsi a valle nella catena del valore creando materiali ready-to-use e disegnando alleanze di tipo innovativo con importanti realtà industriali che desiderano applicare questa nuova generazione di enabling materials alle proprie linee di prodotto, trasformandole da tradizionali ad altamente tecnologiche”.

Directa Plus, fondata nel 2005 e con sede nel Parco Scientifico Tecnologico ComoNext di Lomazzo (CO), è un’azienda tecnologica che ha per obiettivo lo sviluppo, la commercializzazione e l’utilizzo di processi innovativi per la generazione di nano materiali da impiegare in mercati globali esistenti.

Directa Plus ha inaugurato nel giugno 2014 le “Officine del Grafene”, un nuovo centro industriale che si caratterizza per essere il più grande impianto europeo per la generazione di fogli di grafene altamente puro, basato su una tecnologia brevettata e approvata, progettato seguendo una logica modulare replicabile ed esportabile. Il primo modulo ha una capacità produttiva di 30 tonnellate annue.

Ad oggi Directa Plus detiene 36 brevetti approvati e 7 in fase di approvazione.

 

Maggiori informazioni su www.directa-plus.com

Ultima modifica il Martedì, 27 Giugno 2017 15:57
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery