Ultimi Articoli

Napoli per quattro giorni capitale mondiale dell'immunoterapia

Napoli per quattro giorni capitale mondiale dell'immunoterapia

01 Dicembre 2022

1 dicembre 2022 – I massimi esperti a livello internazionale...

Ischia, tragedia largamente annunciata

Ischia, tragedia largamente annunciata

01 Dicembre 2022

Si continua a costruire dove non si dovrebbe, si continua...

Oldest Pterodactylus fossil found in Germany

Oldest Pterodactylus fossil found in Germany

01 Dicembre 2022

Pterosaurs, the flying reptiles of the dinosaur era, originated in...

New Dinosaur Egg Species Helps Crack Mystery of Cretaceous Ecosystem in Japan

New Dinosaur Egg Species Helps Crack Mystery of Cretaceous Ecosystem in Japan

01 Dicembre 2022

 Early Cretaceous fossil eggshells from Gifu Prefecture, the oldest ever...

KOALA, SALVIAMO IL SIMBOLO DELLA FAUNA AUSTRALIANA

KOALA, SALVIAMO IL SIMBOLO DELLA FAUNA AUSTRALIANA

28 Novembre 2022

CONTINUA LA CAMPAGNA DEL WWF “A NATALE METTICI IL CUORE”...

Neuroscienze: prevedere azioni e reazioni, i due lati del cervello hanno capacità predittive diverse

Neuroscienze: prevedere azioni e reazioni, i due lati del cervello hanno capacità predittive diverse

28 Novembre 2022

Il nostro cervello, sulla base delle esperienze appena vissute, formula...

Alzheimer e Parkinson potrebbero avere un’origine comune

Alzheimer e Parkinson potrebbero avere un’origine comune

28 Novembre 2022

A portare a questa ipotesi, uno studio condotto da tre...

  • 1
  • 2
Lunedì, 14 Novembre 2022


Dalle ricerche nei siti di Helawa e Aliawa, nella piana di Erbil, importanti risultati per la ricostruzione della storia antica della regione, dal Neolitico all’epoca medievale.

Si è conclusa nei giorni scorsi la missione archeologica dell'Università degli Studi di Milano nel Kurdistan iracheno. Un mese e mezzo di ricerche e indagini a tutto campo nei siti di Helawa e Aliawa, condotte da un gruppo interdisciplinare guidato da Luca Peyronel, docente di Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico, del dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici. Il progetto archeologico della Missione Archeologica Italiana nella Piana di Erbil (MAIPE) è guidato e cofinanziato dall'Università Statale di Milano e dal MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale). Il ruolo primario delle ricerche dell'Ateneo milanese nella regione è stato sottolineato a fine campagna di scavo dalla visita dell'Ambasciatore Italiano in Iraq, Maurizio Greganti, e del Console Italiano a Erbil, Michele Camerota. L'Ambasciatore si è recato sui siti e poi al Museo delle Civiltà di Erbil, dove si è tenuta la conferenza stampa a conclusione della Missione.

Pubblicato in Archeologia
Lunedì, 14 Novembre 2022 11:55

Codice rosso per il pianeta

 

Nel 2020 la massa di tutti i manufatti realizzati dall’uomo ha superato la biomassa naturale. Torna la campagna "A Natale mettici il cuore" per proteggere la biodiversità.

Nel 1970 la Terra era abitata da 4 miliardi di persone. Oggi la popolazione umana globale è raddoppiata e sta per toccare gli 8 miliardi. Negli stessi 50 anni, come mostra l’ultimo Living Planet Report, l’abbondanza delle popolazioni selvatiche di vertebrati (mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci) è invece crollata in media del 69%.

È codice rosso per la natura sul nostro Pianeta. Circa 1 milione di specie è a rischio estinzione e i tassi di scomparsa sono tra le 100 e le 1.000 volte più rapidi di quelli naturali.

Un altro dato sconvolgente mostra che nel 2020 la massa di tutti i manufatti artificiali realizzati dall’uomo ha superato la biomassa naturale, cioè la massa di tutti gli organismi viventi, dalle sequoie ai miliardi di microbi che vivono in ogni manciata di terreno, superando oltre mille miliardi di tonnellate.

Pubblicato in Ambiente

 

Uno studio internazionale, guidato da ricercatori italiani dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti “E. Caianiello” del Consiglio nazionale delle ricerche, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e del CEINGE - Biotecnologie Avanzate Franco Salvatore, ha rivelato la possibilità di identificare, visualizzare e misurare in 3D il nucleo di singole cellule tumorali con l’utilizzo di tecniche avanzate di microscopia senza l’utilizzo di coloranti chimici. Lo studio, pubblicato su Nature Photonics, apre nuove strade ad applicazioni di biologia cellulare.

 Cellule in 3D senza l’uso di coloranti chimici o anticorpi marcatori: uno studio internazionale, guidato da ricercatori italiani dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti “E. Caianiello” (Isasi) del Consiglio nazionale delle ricerche, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e del CEINGE - Biotecnologie Avanzate Franco Salvatore, ha scoperto il sistema per fare la TAC ad ogni singola cellula distinguendo le sane dalle malate, senza alternarne la conformazione e riducendo il margine di errore nell’interpretazione umana dei dati. Si tratta di una tomografia olografica a flusso in grado di misurare proprietà biofisiche strettamente connesse allo stato della cellula, ottenute mediante tecniche computazionali, che potrebbe determinare una svolta molto significativa nella diagnosi precoce dei tumori e nella sperimentazione di nuovi farmaci per uso terapeutico.

Pubblicato in Tecnologia

Medicina

Napoli per quattro giorni capitale mondiale dell'immunoterapia

Napoli per quattro giorni capitale mondiale dell'immunoterapia

01 Dicembre 2022

1 dicembre 2022 – I massimi esperti a livello internazionale...

Paleontologia

Le scimmie gelada usano le pietre per “disegnare”

Le scimmie gelada usano le pietre per “disegnare”

24 Novembre 2022

Uno studio frutto della collaborazione tra gli etologi dell’Università di Pisa, Amsterdam, Kyoto e...

Geografia e Storia

Nuove scoperte degli archeologi della Statale di Milano nel Kurdistan iracheno

Nuove scoperte degli archeologi della Statale di Milano nel Kurdistan iracheno

14 Novembre 2022

Dalle ricerche nei siti di Helawa e Aliawa, nella piana di Erbil, importanti risultati...

Astronomia e Spazio

Scoperto un segnale gravitazionale anomalo generato dalla fusione "istantanea" di due buchi neri

Scoperto un segnale gravitazionale anomalo generato dalla fusione "istantanea" di due buchi neri

21 Novembre 2022

Il 21 maggio 2019 i due interferometri LIGO, negli USA, e...

Scienze Naturali e Ambiente

Ischia, tragedia largamente annunciata

Ischia, tragedia largamente annunciata

01 Dicembre 2022

Si continua a costruire dove non si dovrebbe, si continua a...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery