Ultimi Articoli

Human cells can change job to fight diabetes
15 Febbraio 2019

For the first time, researchers have shown that ordinary human...

L’ORIGINE DEI SICULI
15 Febbraio 2019

(Clamorose scoperte sull’età del bronzo siciliano: quasi tutti gli abitanti...

Malattie neurodegenerative: svelato il ruolo degli RNA negli aggregati tossici di proteine
15 Febbraio 2019

Il risultato, pubblicato sulla rivista Cell Reports, rivela che specifici...

La "danza nuziale" di cavallucci marini è in pericolo
13 Febbraio 2019

Prima dell’accoppiamento sembra si corteggino per giorni e che al...

Scoperta nell’isola di Stromboli l’origine di tre grandi tsunami di epoca medievale
13 Febbraio 2019

La ricerca condotta da vulcanologi e archeologi delle Università di...

Il rischio obesità si individua già a dieci anni: sono i bambini con un metabolismo “risparmiatore”
08 Febbraio 2019

Lo studio dell’Università di Pisa e del National Institute of...

L’essere vivente più grande al mondo
08 Febbraio 2019

L’essere vivente più grande della Terra si trova in Oregon,...

La microplastica nel sale da cucina, Greenpeace: “Più del 90 per cento dei campioni contaminato”
06 Febbraio 2019

Ben 36 dei 39 campioni di sale da cucina analizzati,...

  • 1
Scienzaonline

“La febbre Chikungunya è generalmente benigna e guarisce spontaneamente” dichiarano Massimo Andreoni e Massimo Galli, rispettivamente Past President e Vice Presidente SIMIT. Le malattie già segnalate alle Autorità sanitarie nel 2015 nel Libro Bianco delle Malattie Infettive.

 

La SIMIT precisa quali sono le cause e le possibili conseguenza in merito ai recenti casi emersi a Trento e ad Anzio (in provincia di Roma) rispettivamente di malaria e di Chikungunya.

La morte di una bimba avvenuta nei giorni scorsi per malaria da Plasmodium falciparum ha suscitato grande emozione e comportato richieste di informazioni a vari infettivologi di SIMIT. “La ricostruzione dell’accaduto potrà derivare solo dal completamento dalle indagini epidemiologiche e di laboratorio in corso” spiega il Prof. Massimo Andreoni, Direttore U.O.C. Malattie infettive, Università di Tor Vergata e Past President SIMIT . “L’eccezionalità del caso, la complessità della materia e la volontà di fare chiarezza ed evitare possibili equivoci nell’interpretazione di quanto riportato dai mezzi di comunicazione ci portano tuttavia a ritenere utile precisare quanto segue” aggiunge il Prof. Massimo Galli, vicepresidente SIMIT e Ordinario di malattie Infettive presso l’Università di Milano:

  1. La malaria può essere trasmessa solo da un vettore (una zanzara del genere Anopheles), come accade nella stragrande maggioranza dei casi, o per scambio di siringa volontario tra tossicodipendenti(circostanza che non si verifica in Italia da molto tempo), o per incidente in ospedale (trasfusione, trapianto d’organo o altro tipo di incidente che comporti l’inoculazione del sangue di un paziente malarico in un’altra persona). Cinque specie di plasmodi (sulle oltre cento note) sono in grado di causare malaria nell’uomo. Le specie di Anopheles sono circa 430, di cui 30-40 possono trasmettere malaria. Ciascuna di esse è adattata a una specie di plasmodio o a una sottopopolazione nell’ambito di ciascuna specie.

Pubblicato in Medicina

Medicina

Malattie neurodegenerative: svelato il ruolo degli RNA negli aggregati tossici di proteine

Malattie neurodegenerative: svelato il ruolo degli RNA negli aggregati tossici di proteine

15 Febbraio 2019

Il risultato, pubblicato sulla rivista Cell Reports, rivela che specifici...

Paleontologia

L’ORIGINE DEI SICULI

L’ORIGINE DEI SICULI

15 Febbraio 2019

(Clamorose scoperte sull’età del bronzo siciliano: quasi tutti gli abitanti della Sicilia di quel...

Geografia e Storia

Scoperta nell’isola di Stromboli l’origine di tre grandi tsunami di epoca medievale

Scoperta nell’isola di Stromboli l’origine di tre grandi tsunami di epoca medievale

13 Febbraio 2019

La ricerca condotta da vulcanologi e archeologi delle Università di Pisa e Modena-Reggio Emilia...

Astronomia e Spazio

Scienze Naturali e Ambiente

La "danza nuziale" di cavallucci marini è in pericolo

La "danza nuziale" di cavallucci marini è in pericolo

13 Febbraio 2019

Prima dell’accoppiamento sembra si corteggino per giorni e che al risveglio...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery