Ultimi Articoli

Fantastic particles and where to find them
22 Maggio 2020

Mysterious material properties are laying the groundwork for photon-electron channels...

I cristalli catturano la luce e la trasformano in energia
22 Maggio 2020

Immagine del cristallo che cattura la luce Come una foglia...

New details regarding the immune response in Covid-19
22 Maggio 2020

The human immune system is reactive to more than just...

Journey to uncover mysteries of the Pacific Ocean
22 Maggio 2020

On 14 February, nine National University of Singapore (NUS) researchers...

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura
22 Maggio 2020

L’ultimo numero della rivista Research*eu è ora disponibile in formato...

ALMA Spots Twinkling Heart of Milky Way
22 Maggio 2020

Astronomers using the Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) found quasi-periodic...

Distrofia muscolare, scoperte cellule che impediscono ai muscoli di indebolirsi
22 Maggio 2020

Uno studio firmato in collaborazione con esperti del Policlinico di...

È tempo di “CRESCERE SENZA DISTANZA”: siglato un Protocollo tra il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione, la Fondazione Zancan e l’Impresa Sociale ‘Con i bambini’
22 Maggio 2020

Zampa: “Il progetto ha l’obiettivo di contrastare la povertà educativa...

Mercoledì, 22 Febbraio 2017

 

La Cina, che come sappiamo è afflitta da enormi problemi di inquinamento, dovuto anche alle sue numerose centrali a carbone, è però, altresì, a livello globale, il maggior investitore nel campo delle energie rinnovabili. Nel tentativo di limitare la produzione di energia da fonti inquinanti e di puntare sulle energie pulite, la Cina ha ora cancellato il piano che prevedeva la costruzione di 103 centrali elettriche a carbone, il che significa tagliare di netto 120 gigawatt di elettricità. Per capire ancora meglio di quali cifre stiamo parlando, basta sapere che negli Stati Uniti d’America la produzione di elettricità dal carbone si attesta intorno ai 305 gigawatt.

Pubblicato in Ambiente

Scientists at the John Innes Centre have developed a new line of fast-growing broccoli that can be harvested within 8-10 weeks under glasshouse conditions and doesn’t need a period of cold to trigger the flowering process. This line has the potential to double the amount of crops that can be grown in-field in one season or enable 4 to 5 harvests if grown in protected conditions.


Scientists at the John Innes Centre are developing a new line of fast-growing sprouting broccoli that goes from seed to harvest in 8-10 weeks. It has the potential to deliver two full crops a season in-field or it can be grown all year round in protected conditions, which could help with continuity of supply, as growers would no longer be reliant on seasonal weather conditions. The part of the broccoli plant that we eat is the flower buds. This innovation in crop production builds on the wealth of fundamental research carried out by Professor Dame Caroline Dean and her lab on vernalisation – the need for some plants to experience a period of cold weather before they can flower. The timing of the switch to flowering is critical for a plant’s adaptation to the environment and its resulting yield.  Dr Judith Irwin and her team, working collaboratively with Professor Dean, have focused on translating this knowledge to Brassica crop species.

Pubblicato in Scienceonline

Vector-Borne and Zoonotic Diseases

The mosquito-borne Zika virus might be able to infect and reproduce in a variety of common animal species, and a new study looked at 16 different types of animals, including goats, pigeons, raccoons, and ducks, to determine their potential to serve as hosts for Zika virus. Understanding possible transmission routes and the role that animal infections could play in the transmission and spread of Zika virus is crucial for effective surveillance and prevention efforts, as described in an article published in Vector-Borne and Zoonotic Diseases, a peer-reviewed journal from Mary Ann Liebert, Inc., publishers. The article is available free on the Vector-Borne and Zoonotic Diseases website.

Pubblicato in Scienceonline
Mercoledì, 22 Febbraio 2017 09:00

BALLA DIPINSE - Paesaggi e figure 1907-1956

 

 

BALLA DIPINSE - Paesaggi e figure 1907-1956

a cura di Fabio Benzi

Galleria Aleandri Arte Moderna

inaugurazione: domenica 26 febbraio 2017, dalle ore 11.30 alle ore 19.00

mostra: 27 febbraio-2 aprile 2017

orario: lunedi - sabato 9.00-18.00, domenica chiuso.

 

La Galleria Simone Aleandri Arte Moderna inaugura domenica 26 febbraio 2017 alle ore 11.00 presso lo spazio espositivo in Piazza Costaguti 12 a Roma (quartiere ebraico dell'Urbe), la Mostra Balla Dipinse dedicata alla produzione figurativa di Giacomo Balla. L'ambizioso obiettivo dell'esposizione è mettere in luce gli aspetti meno noti e non adeguatamente approfonditi dalla critica, del ritorno alla pittura di figura e paesaggio dell'artista, contestualmente alla sua più nota produzione futurista. Tale passaggio non rappresentò, inizialmente, l'uscita di Balla dal movimento di Marinetti, che fu successiva ed accuratamente indagata dal curatore, ma una coraggiosa ricerca d'avanguardia in seno al futurismo stesso.

Pubblicato in Eventi
Mercoledì, 22 Febbraio 2017 08:53

Unlocking crop diversity by manipulating plant sex

Photograph of Arabidopsis seed that are designed to inherit different fluorescent colour combinations, depending on recombination.
Researchers have discovered a key gene that influences genetic recombination during sexual reproduction in wild plant populations. Adding extra copies of this gene resulted in a massive boost to recombination and diversity in plant offspring. This finding could enable plant breeders to unlock crop variation, improve harvests and help ensure future food security. Plant geneticists at the University of Cambridge have found that different wild varieties of thale cress (Arabidopsis) show different levels of recombination – the process by which genes come together in new configurations during reproduction. Recombination has a major effect on species evolution by contributing to variation between siblings and within populations.
Pubblicato in Scienceonline

Medicina

Distrofia muscolare, scoperte cellule che impediscono ai muscoli di indebolirsi

Distrofia muscolare, scoperte cellule che impediscono ai muscoli di indebolirsi

22 Maggio 2020

Uno studio firmato in collaborazione con esperti del Policlinico di...

Paleontologia

Due milioni di anni fa Australopithecus, Paranthropus robustus e Homo erectus hanno vissuto contemporaneamente in Sudafrica

06 Aprile 2020

Pubblicati sulla rivista Science i risultati di uno studio internazionale che ha riportato alla...

Geografia e Storia

Tra pianure abissali e montagne sottomarine ecco l’origine dei terremoti silenti

Tra pianure abissali e montagne sottomarine ecco l’origine dei terremoti silenti

17 Aprile 2020

Pubblicati i primi risultati della spedizione oceanografica della nave Joides Resolution con a bordo...

Astronomia e Spazio

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

22 Febbraio 2019

Un team internazionale di ricercatori ha analizzato dati provenienti da 33...

Scienze Naturali e Ambiente

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura

N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura

22 Maggio 2020

L’ultimo numero della rivista Research*eu è ora disponibile in formato PDF,...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery