Scienzaonline - Ultimi Articoli

Il fallimento di molte aziende nel passaggio all'olio di palma sostenibile

Il fallimento di molte aziende nel passaggio all'olio di palma sostenibile

17 Gennaio 2020

Alla vigilia del World Economic Forum di Davos, l’incontro annuale...

Infarto del miocardio: un batterio intestinale ne favorisce l’insorgenza

Infarto del miocardio: un batterio intestinale ne favorisce l’insorgenza

13 Gennaio 2020

Un nuovo studio tutto italiano ha dimostrato per la prima...

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie

10 Gennaio 2020

Le ascidie sono una classe piena di sorprese da scoprire....

Tra 25-30 anni il ghiacciaio della Marmolada non ci sarà più

Tra 25-30 anni il ghiacciaio della Marmolada non ci sarà più

08 Gennaio 2020

Dal 2004 al 2015 ha subito una riduzione di volume...

Oltre un miliardo di animali uccisi dalle fiamme in Australia

Oltre un miliardo di animali uccisi dalle fiamme in Australia

07 Gennaio 2020

Arriva un nuovo terribile aggiornamento dalla situazione incendi in Australia....

Aterosclerosi, scoperta la molecola in grado di frenare la malattia

Aterosclerosi, scoperta la molecola in grado di frenare la malattia

27 Novembre 2019

Individuati possibili futuri farmaci in grado di bloccare lo sviluppo...

La grave crisi dei Koala

La grave crisi dei Koala

27 Novembre 2019

Se non verranno fermati la distruzione delle foreste e il...

Una lente per cellulare più potente di un microscopio

Una lente per cellulare più potente di un microscopio

27 Novembre 2019

È stata progettata nei laboratori del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione...

Sabato, 04 Marzo 2017

Rheumatoid arthritis: New treatment option for difficult-to-treat patients

 

Between 3 and 5% of the population suffer from a form of inflammatory rheumatism. It affects approximately 250,000 – 400,000 people in Austria. Rheumatoid arthritis is one of the commonest and also the most dangerous forms of this inflammatory rheumatic disease. Around 30% of patients achieve remission, that is to say successful control of symptoms, after just one or two years. However, despite frequent changes in treatment, many other patients have to endure the active form of the disease on an ongoing basis. A multicentre, multinational study headed up by rheumatologist Daniel Aletaha of MedUni Vienna as principal investigator has now shown that a new drug (sirukumab) is a very promising treatment option for these "refractory" patients. The study has now been published in the world-leading journal "The Lancet".

Pubblicato in Scienceonline

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery