Eventi

Eventi (117)

Nel 2010 il Messico festeggia un doppio anniversario: il bicentenario dell'indipendenza e il centenario della Rivoluzione Messicana. Per l'occasione il Palazzo delle Esposizioni di Roma propone un tris di mostre interamente dedicate alla storia e alla cultura di questo straordinario Paese dell'America centrale: Teotihuacan. La città degli Dei, visitabile fino al 27 febbraio, Mexico. Immagini di una rivoluzione, che si potrà ammirare fino al 9 gennaio, e una personale del visionario artista Carlos Amorales che presenta fino al 27 febbraio, per la prima volta in Italia, 6 installazioni realizzate tra il 2005 e il 2010.

Roma è una delle tappe europee della mostra“Teotihuacan. La città degli dei”,  allestita fino al 10 ottobre al Martin-Gropius-Bau di Berlino. Il progetto, a cura del Consejo Nacional para la Cultura y las Artes e l'Instituto Nacional de Antropología e Historia del Messico, espone centinaia di preziosi reperti rinvenuti in uno dei più importanti siti archeologici del Messico per ricostruire la storia, l'arte e la cultura della più imponente, misteriosa ed affascinante delle civiltà precolombiane, il cui declino rimane ancora oggi avvolto nel mistero, così come misteriosa ed enigmatica ci appare la sua fioritura.

 

Fondazione Roma Chirurgia
Largo Traiano 1  ore 15-16    Venerdì 4 Febbraio,Roma

LA MICROCHIRURGIA ANDROLOGICA

La sezione di Microchirurgia Andrologica della Casa di Cura FABIA MATER

L’U.O.C di Microchirurgia Generale, è un centro satellite della I Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “SAPIENZA” di Roma, ed opera in sinergia con le Scuole di Specializzazione in Chirurgia Vascolare I, Chirurgia Generale III e Chirurgia dell’Apparato Digerente I del Policlinico “Umberto I” di Roma. L’U.O. rappresenta un polo di riferimento per l’intero territorio nazionale nel settore della Microchirurgia Generale,. L’elevata specializzazione raggiunta in tutti questi settori, ed in particolare nel campo della Microchirurgia Andrologica eGinecologica, ha permesso alla Casa di Cura Fabia Mater di divenire un importante centro di riferimento per la comunità andrologica italiana.

Sono molte, infatti, le collaborazioni instaurate con diversi specialisti, in particolare Andrologi, i quali affidano un cospicuo numero di loro assistiti, provenienti da ogni regione di Italia, alle terapie chirurgiche offerte della Sezione di Microchirurgia Andrologica. Questa forte e costante collaborazione professionale ha permesso non solo l’aggiornamento scientifico e culturale degli operatori, ma ha creato una importante visibilità scientifica per l’intera Casa di Cura attraverso i numerosi lavori presentati a congressi e riviste nazionali ed internazionali. L’aggiornamento scientifico, inoltre, è stato garantito anche attraverso le numerose collaborazioni istituzionali che si sono instaurate nel corso degli anni il cui scopo è quello di creare un polo di riferimento, nel panorama nazionale, nel campo della chirurgia e microchirurgia andrologica.

L'Avis San Piero a Sieve si presenta con una serata dove agli intervenuti verrà offerto spunti di riflessione ed emozioni nell'ottica del “donare e donarsi agli altri.
Saranno della serata: Roberto Ferri di Artisti per la donazione degli organi. Che presenterà il cd: “Ti amo anche se non so chi sei” è nato per iniziativa di Marinella e Roberto Ferri, con il supporto e la supervisione di Franco Battiato. Lo scopo è quello di diffondere, attraverso la musica, la cultura della donazione degli organi in considerazione della triste realtà, ovvero: le donazioni di organi sono notevolmente diminuite con conseguente perdita di numerose vite umane che invece potrebbero essere salvate. La partecipazione, a questo progetto, è stata massiccia da parte di numerosi artisti ed addetti ai lavori. I brani contenuti sono in parte noti ma rielaborati, ed in parte inediti. Roberto Ferri ben conosce la realtà dei trapianti in quanto lui stesso trapiantato da tre anni di fegato ed appunto alla luce di questa conoscenza, lui stesso e la moglie Marinella stanno dedicando, dalla data del trapianto, grande attività atta a far conoscere le problematiche alle quali vanno incontro coloro che hanno necessità di entrare in lista di attesa, coloro che vi sono, coloro che muoiono nell’attesa in quanto non giunge loro un organo in tempo, come fu per Grégory Lemarchal, famoso artista francese, qui presente, che morì nel 2007 a soli 23 anni, in lista di attesa per trapianto e al quale non giunsero in tempo i polmoni di cui necessitava in quanto affetto da mucoviscidosi (fibrosi cistica). Tali problematiche sono conosciute da pochi come per esempio nel campo dell’epatologia: enorme diffusione di malattie del fegato (2.500.000 le persone affette da epatite B e C. Oltre 2.000.000 le persone con epatopatia legata ad abuso di bevande alcoliche, 21.000 i decessi all’anno per cirrosi o tumore del fegato. Le malattie epatiche sono la prima causa di morte nella fascia d’età tra i 35 e i 44 anni e la terza nella fascia tra i 45 e i 54 anni). Proprio in funzione della ricerca scientifica rivolta allo studio ed alla cura di tali malattie onde evitare successivi trapianti epatici i proventi della vendita di tale CD - al netto delle spese sostenute – verranno devoluti a tal fine ed alla promozione della donazione di organi. Hanno dato il loro patrocinio all’iniziativa: AISF Associazione Italiana per lo Studio del Fegato, FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia, Associazione Nazionale Trapiantati di Fegato “G.Gozzetti” e EpaC Onlus. Gli Artisti che hanno voluto dare il loro contributo artistico al CD “Ti amo anche se non so chi sei”: Lucio Dalla, Pia, Franco Battiato, Fiorella Mannoia, Iskra, Roberto Ferri, Marco Alemanno, Ron, Vincenzo Capezzuto, Massimo Ranieri, Sepideh Raissadat e Piccolo Coro Antoniano, Maddy Cattaneo, Alessandro Altarocca, Florence Donovan, Gianni Morandi, Fabrizio de André, Ivano Fossati, Anna Mazzamauro, Giuseppe Barbera e Grégory Lemarchal.  Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Sito Web: http://www.robertoferri.it; .  Presentazione pubblicata da Ezio Alessio Gensini su: “Scienza in rete”, “Almanacco della Scienza” e Reset-Italia.

Con lo slogan «più libri più liberi» si è svolta a Roma la nona edizione della Fiera della piccola e media editoria, con il patrocinio di numerose istituzioni tra cui su tutte Regione Lazio e Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca.
La manifestazione, allestita dal 4 al 8 dicembre negli spazi del Palazzo dei Congressi dell'EUR, ha riscontrato un enorme successo testimoniato dall'alto numero di visitatori di tutte le età.
Indiscusso protagonista dell'evento il libro.
Questo strumento come nessun'altro ha fatto la storia del genere umano e oggi, nonostante gli attacchi portati dalle nuove tecnologie, dimostra di possedere ancora delle peculiarità tali da renderlo unico.

 

Il giorno 17 dicembre 2003, alle ore 12 è stato inaugurato il centro della scienza - Perugia Officina per la Scienza e la Tecnologia (POST), erano presenti il prof. Edoardo Boncinelli, direttore della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (Sissa) di Trieste, il prof. Enrico Alleva, Direttore del Laboratorio di Fisiopatolologia di Organo e Sistema dell'Istituto Superiore di Sanità, il prof. Roberto Battiston, Direttore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Perugia e presidente del comitato scientifico del POST, l'astronauta italiano Roberto Vittori, l'assessore alle politiche culturali del Comune di Perugia, d.ssa Anna Calabro Rossetto e molte altre autorità.

L'inaugurazione è stata preceduta da un interessante incontro scientifico, presso la Sala dei Notari del Palazzo dei Priori di Perugia, in cui è stata sottolineata la grande importanza del POST che situato nel centro storico di Perugia, tra l'Arco Etrusco e la Fontana Maggiore, rappresenta un fulcro per le iniziative scientifiche e l'educazione alla scienza e alla tecnologia; è concepito non come un unico punto di incontro e di studio, ma come centro che si dipana attraverso la città in modo da attirare anche i meno curiosi ad entrare in contatto con la scienza.

XXV CONGRESSO NAZIONALE PREVENZIONE DEL CERVICO CARCINOMA
il ruolo sinergico delle diverse figure specialistiche

Palazzo della Gran Guardia Verona
05-07 Dicembre 2010

PREVENZIONE DEL CERVICO CARCINOMA:
il ruolo sinergico delle diverse figure specialistiche
TEMI CONGRESSUALI
1 - Screening del cervico-carcinoma: il territorio
2 - Referto cito-istologico: l’anatomo-patologo
3 - Il secondo livello ed il trattamento: il ginecologo
colposcopista
4 - Trattamento del carcinoma cervicale invasivo:
il ginecologo oncologo
5 - Prevenzione primaria con il vaccino vs HPV ed
integrazione con lo screening
6 - Il colposcopista ed il medico legale

XXV CONGRESSO NAZIONALE

COLPOSCOPIA
e gestione del secondo livello
dello screening per il
cervico-carcinoma
Corso Pre-Congressuale
VERONA
Museo Civico di Storia Naturale
Palazzo Pompei
04-05 Dicembre 2010

 

Società Italiana di Colposcopia e Patologia Cervico Vaginale

4/6 novembre 2010
Centro Congressi Frentani
Via dei Frentani, 4 - Roma

Presidenti
M. Moscarini, A. Vecchione

Coordinatori Scientifici
G. Petricone, S. Votano

Segreteria Scientifica
A. Biamonti, A. Frega, D. French, P. Scirpa

Moderatori e Relatori

F. Anglana (Roma)
A. Barca (Roma)
A. Biamonti (Roma)
F. Boselli (Modena)
F. Carozzi (Firenze)
R. De Vincenzo (Roma)
B. Dionisi (Roma)
S. Ferrazzani (Roma)
A. Frega (Roma)
D. French (Roma)
C. Gentili (Viareggio)
P. Giorgi Rossi (Roma)
M.R. Giovagnoli (Roma)
P. Inghirami (Roma)
P. Lippa (Roma)
L. Lorenzon (Roma)
A. Lukic (Roma)
L. Mariani (Roma)
R. Marziani (Roma)
M. Moscarini (Roma)
M. Nuti (Roma)
C. Parisi (Roma)
A. Perino (Palermo)
G. Petricone (Roma)
R. Piccoli (Napoli)
W. Prendiville (Dublin)
P. Raggi (Viterbo)
M.L. Scarciglia (Roma)
M. Scimia (Roma)
P. Scirpa (Roma)
R. Senatori (Roma)
F. Sesti (Roma)
P. Stentella (Roma)
A. Vecchione (Roma)
M. Ventura (Roma)
M. Vittucci (Roma)
A. Vocaturo (Roma)
S. Votano (Roma)
P. Walker (London)
G. Zannoni (Roma)
R. Zarcone (Napoli)

 

Le epidemie hanno sempre attraversato il cammino dell'uomo seminando lutti e sofferenze. Peste, vaiolo, sifilide, colera, tubercolosi, influenza hanno cambiato la storia dell'umanità per i loro effetti sulla vita e la salute degli uomini e per gli effetti demografici, economici, sociali. Le grandi epidemie creavano panico ed angoscia perchè falcidiavano intere popolazioni. Se la malattia e la morte di una singola persona rappresenta una tragedia per i familiari, la morte collettiva  aggiunge il sentimento di impotenza e di paura per il destino degli uomini.  Le epidemie non sono solo un terrribile ricordo del passato, ma rappresentano ancor oggi un rischio per l'umanità. Negli ultimi 30 anni oltre 30 nuove malattie infettive a carattere epidemico ( chiamate "malattie infettive emergenti" ) hanno fatto la loro comparsa. Tra queste l'AIDS, la SARS, l'infezione da virus Ebola, l'influenza aviaria da virus H5N1, la nuova influenza da virus H1N1.

Si è svolto a Genova, nei giorni 11 e 12 dicembre 2008, il convegno nazionale organizzato dall'Associazione italiana medici per l'ambiente (International Society of Doctors for the Environment - Italia) sul tema "Inquinamento delle catene alimentari e salute globale".
Nei due giorni di studio sono state presentate relazioni e comunicazioni che hanno focalizzato l'attenzione sulle problematiche sanitarie derivanti dall'inquinamento delle catene alimentari, dai cambiamenti climatici, dai sistemi di mobilità ancora incentrati sul trasporto su strada e su quello aereo, su scelte economiche sempre più aggressive nei confronti dell'ambiente e quindi sempre più dannose per la salute.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery