Scienzaonline - Ultimi Articoli

Il fallimento di molte aziende nel passaggio all'olio di palma sostenibile

Il fallimento di molte aziende nel passaggio all'olio di palma sostenibile

17 Gennaio 2020

Alla vigilia del World Economic Forum di Davos, l’incontro annuale...

Infarto del miocardio: un batterio intestinale ne favorisce l’insorgenza

Infarto del miocardio: un batterio intestinale ne favorisce l’insorgenza

13 Gennaio 2020

Un nuovo studio tutto italiano ha dimostrato per la prima...

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie

10 Gennaio 2020

Le ascidie sono una classe piena di sorprese da scoprire....

Tra 25-30 anni il ghiacciaio della Marmolada non ci sarà più

Tra 25-30 anni il ghiacciaio della Marmolada non ci sarà più

08 Gennaio 2020

Dal 2004 al 2015 ha subito una riduzione di volume...

Oltre un miliardo di animali uccisi dalle fiamme in Australia

Oltre un miliardo di animali uccisi dalle fiamme in Australia

07 Gennaio 2020

Arriva un nuovo terribile aggiornamento dalla situazione incendi in Australia....

Aterosclerosi, scoperta la molecola in grado di frenare la malattia

Aterosclerosi, scoperta la molecola in grado di frenare la malattia

27 Novembre 2019

Individuati possibili futuri farmaci in grado di bloccare lo sviluppo...

La grave crisi dei Koala

La grave crisi dei Koala

27 Novembre 2019

Se non verranno fermati la distruzione delle foreste e il...

Una lente per cellulare più potente di un microscopio

Una lente per cellulare più potente di un microscopio

27 Novembre 2019

È stata progettata nei laboratori del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione...

Lunedì, 30 Gennaio 2017

 

 

Grazie a uno studio internazionale a cui ha partecipato l’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr), pubblicato su The Cryosphere, è stato rilevato che il ghiaccio più profondo e antico presente sul Monte Ortles (3.905 m, sulle Alpi orientali, a 37 chilometri dal luogo del ritrovamento dell’Uomo del Similaun), ha cominciato a muoversi per la prima volta dai tempi dell’Uomo del Similaun, 7.000 anni fa. Le prime carote di ghiaccio estratte indicano come il ghiacciaio più elevato dell’Alto Adige abbia cominciato una fase di accelerazione del movimento che non avrebbe precedenti nel periodo osservato. Le prove vengono dagli strati più profondi, datati con la tecnica del carbonio 14, e da misurazioni condotte nel foro di perforazione mediante un inclinometro, strumento in grado di rilevare anche minimi movimenti glaciali. “Queste carote di ghiaccio offrono l’eccezionale opportunità di studiare le caratteristiche dell’atmosfera quando l’Uomo del Similaun viveva in questa regione, in modo da poter conoscere anche l’ambiente ed il clima in cui era immerso”, dichiara Carlo Barbante, direttore dell’Idpa-Cnr di Venezia.

Pubblicato in Ambiente

A Japanese research group has used a new technology that identifies multiple fish species populating local areas by analyzing DNA samples from seawater, and proved that this method is accurate and more effective than visual observation.

 

This research was carried out as part of the Japan Science and Technology Strategic Basic Research Programs by a group including Academic Researcher YAMAMOTO Satoshi (Kobe University Graduate School of Human Development and Environment), Associate Professor MASUDA Reiji (Kyoto University), Professor ARAKI Hitoshi (Hokkaido University), Professor KONDOH Michio (Ryukoku University), Project Assistant Professor MINAMOTO Toshifumi (Kobe University Graduate School of Human Development and Environment), and Adjunct Associate Professor MIYA Masaki (Head of Department of Ecology and Environmental Sciences, Natural History Museum and Institute, Chiba).

 

Pubblicato in Scienceonline

 

Though placid enough to be managed by humans, yaks are robust enough to survive at 4000 meters altitude. Genomic analyses by researchers of Ludwig-Maximilians-Universitaet (LMU) in Munich show that yak domestication began several millennia ago and was promoted by repeated crosses with cattle.

Pubblicato in Scienceonline

 

 

Authors: B.A. Wall, A. Mateus, L. Marshall and D.U. Pfeiffer

Co-authors: J. Lubroth, H.J. Ormel, P. Otto and A. Patriarchi

 

Antimicrobial drugs play a critical role in the treatment of diseases, their use is essential to protect both human and animal health. However, antimicrobials are often misused for treatment and prevention of diseases in livestock sector, aquaculture as well as crop production. These actions are often associated with the potential risk of emergence and spread of antimicrobial resistant micro-organisms.

Pubblicato in Scienceonline

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery