Dalle Parole alla Parola In evidenza

Si è tenuta il 3 novembre a Roma, presso la sede della Pontificia Università Gregoriana, la lezione inaugurale del ciclo intitolato “Paroles en éclats, éclat de la parole” (“La scintilla della parola tra parole in frantumi”).
La manifestazione, che è alla seconda edizione, è il frutto di una antica quanto solida collaborazione tra la Pontificia Università, l'Istituto di cultura francese Saint-Louis e l'Ambasciata Francese in Italia. Il ciclo è costituito da otto lezioni aperte al pubblico nel corso delle quali vengono trattati temi di natura filosofica e teologica di forte attualità.
”Dalle Parole alla Parola” è il titolo della lezione inaugurale, tenuta da S.E. il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. S.E. Ravasi ha preso la parola al termine della prolusione svolta dall'Ambasciatore francese in Italia che ha soffermato la propria attenzione sull'importanza che riveste il dialogo tra la teologia e la filosofia. In particolar modo, in una fase storica in cui la “parola” subisce numerosi cambiamenti, l'Ambasciatore ha ricordato come la “parola” stessa rappresenta la base per tutta la cultura europea.
Estremamente “schematico” e “didattico”, secondo il preciso intento dichiarato dal conferenziere, è stato l'intervento del Cardinal Ravasi.

Secondo S.E. Ravasi una attenta riflessione sul tema proposto rappresenta oggi una vera esigenza alla luce delle umiliazioni che la “parola” subisce.
L'attuale linguaggio, che il Cardinale definisce “scarnificato”, ha tramutato la “parola” in uno strumento delittuoso, dimenticando e violando la duplice ed elevata natura del concetto di “parola”, insieme manifestazione del Divino e dell'Umano.
Attraverso una attenta, precisa e lucida analisi di testi fondamentali per la cultura religiosa, non solo cristiana ma anche ebraica ed islamica, e di testi chiave per la cultura laica in generale, il Cardinal Ravasi ha tracciato un percorso composto da due strade parallele che dalla notte dei tempi ha visto la “parola” al centro degli eventi, di qualsiasi natura essi fossero. Sia nei testi Biblici che in quelli di filosofia indiana e greca la “parola” assume il valore di simbolo dell'archetipo, di evento creativo e radice stessa dell'essere. Una natura quella della “parola” che è costituita da 3 differenti aspetti: quello fonico, quello grafico e quello di logos, che conferiscono alla parola stessa il rango di evento ontologico primordiale.
Una riflessione, quella di S.E. Ravasi, che, facendo riferimento a testi di differenti culture ed epoche, ha dunque preso spunto dalla parola come suono per giungere al significato della “parola” come “silenzio”. Il silenzio come la parola suprema, o meglio come il punto zero della contemplazione.
Nel corso dell'interessantissima lezione non sono mancati momenti in cui il Cardinal Ravasi ha rivolto il proprio sguardo ai fenomeni comunicativi contemporanei. In particolar modo ha condannato un uso distorto e cosciente del grande potere della parola, troppo spesso finalizzato a colpire ed a creare inquietudine tra i fruitori della comunicazione.
A tal proposito S.E. Ravasi ha auspicato un ritorno ad una maggiore ricchezza nella “parola”, augurandosi al tempo stesso una crescente attenzione per l'esercizio del dialogo e per la cultura dell'ascolto.
S.E. il Cardinal Ravasi, confidando nella capacità della “parola” di poter salvare il genere umano, ha concluso la propria lezione riconoscendo alla parola uno scopo "fondante" di questa sia nella Teologia che nella Scienza.


Fabrizio Giangrande{jcomments on}

Ultima modifica il Lunedì, 11 Giugno 2012 23:18
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery