Stazione Spaziale Internazionale, ‘trasloco’ in vista In evidenza

È tutto pronto, un ‘pezzo’ verrà sganciato e spostato: non è tetris, ma la Stazione Spaziale Internazionale. Il PMM (Permanent Multipurpose Module) Leonardo sarà sganciato dalla porta nadir del Nodo 1 Unity per essere sistemato in quella che sarà la sua collocazione definitiva.

Le operazioni sono iniziate già ieri: AstroSamantha ha twittato un aggiornamento della situazione, postando una foto con la didascalia “Per il trasloco del PMM abbiamo liberato il portello frontale del Node3. Per un po' questa sarà la nostra vista”.

Nella ‘relocation’, oltre alla nostra astronauta, sono coinvolti anche il comandante della ISS Terry Virts e Scott Kelly. Secondo la tabella di marcia, oggi l’equipaggio disattiverà il PMM, mentre domani è previsto il trasloco vero e proprio: tramite il braccio robotico della ISS, il modulo verrà 'disconnesso' dalla base orbitante e tramite una manovra che durerà alcune ore sarà agganciato alla porta anteriore del Nodo 3 Tranquility, per poi essere riattivato. Nel pomeriggio di giovedì 28 il modulo potrà tornare a ospitare gli astronauti.

Portato in orbita con la missione STS-133 dello Space Shuttle, il PMM Leonardo è installato permanentemente sulla ISS dal 1° marzo 2011. Da allora funziona come modulo di stoccaggio di parti di ricambio, rifornimenti e materiale di scarto.

Con questa operazione di riconfigurazione, la Stazione orbitante si prepara per l’approdo dei futuri sistemi commerciali di trasporto spaziale, in fase di sviluppo nell’ambito del Commercial Crew Development (CCDev), il programma commerciale che usufruisce di investimenti NASA per assicurare il trasporto degli equipaggi alla ISS dopo il pensionamento degli Shuttle.

Nell’ambito delle attività di supporto ingegneristico al PMM che ASI assicura a NASA, la relocation del modulo verrà supportata in real time dal team di ingegneri di ALTEC, sia dal Mission Support Center di Torino che direttamente nella Mission Evaluation Room del Mission Control Center di Houston, dove l’Agenzia Spaziale Italiana ha ancora la propria console utilizzata durante le missioni dei moduli MPLM.

 

Ultima modifica il Martedì, 26 Maggio 2015 10:50
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery