Ultimi Articoli

Scientists create functional human retinas in a dish

Scientists create functional human retinas in a dish

21 Settembre 2020

Retinal Organoid - thin section. Image: IOB.ch Scientists have generated...

Le pupille dei nostri occhi: uno specchio sulla meditazione mindfulness

Le pupille dei nostri occhi: uno specchio sulla meditazione mindfulness

21 Settembre 2020

Pubblicati su Current Biology i risultati di una ricerca condotta...

Why the world is at risk without immunisation

Why the world is at risk without immunisation

21 Settembre 2020

COVID-19 pandemic has shown the world that vaccines should be...

Scuola: dal WWF una raccolta fondi straordinaria per costruire Aule natura

Scuola: dal WWF una raccolta fondi straordinaria per costruire Aule natura

21 Settembre 2020

Da oggi è attiva la raccolta fondi straordinaria del WWF...

I nanocristalli dorati che raccolgono tutta la luce del sole

I nanocristalli dorati che raccolgono tutta la luce del sole

21 Settembre 2020

Ottimizzare l’energia prodotta dai dispositivi fotovoltaici, recuperando la luce sprecata....

L’intelligenza delle onde

L’intelligenza delle onde

21 Settembre 2020

Un team di ricercatori del Dipartimento di fisica della Sapienza...

GIOVANNI GASTEL. The People I like

GIOVANNI GASTEL. The People I like

21 Settembre 2020

MAXXI, 15 Settembre, 22 Novembre 2020 Al MAXXI in prima...

Alzheimer: perché colpisce di più le donne

Alzheimer: perché colpisce di più le donne

21 Settembre 2020

La riduzione del livello degli estrogeni associata alla menopausa è...

Lunedì, 11 Maggio 2020

 


L’acidità del limone, il rosso della ciliegia, la porosità di un fungo: aspetto, colore, forma, aroma, sapore e consistenza sono tutte proprietà organolettiche, determinate dalla composizione molecolare, che caratterizzano gli alimenti e che ne determinano il gusto e, di conseguenza, il buon sapore o meno che se ne può percepire. Fin dal principio, nella storia dell’evoluzione umana, il gusto ha guidato l’uomo a capire di cosa nutrirsi, a distinguere gli alimenti salutari da quelli velenosi o nocivi: un processo che sembra scontato ma che, all’interno del corpo umano, avviene attraverso una cascata di processi che attivano diversi organi, a partire dai recettori situati sulla lingua che elaborano informazioni fino ad arrivare al cervello: e proprio questo processo che il progetto VIRTUOUS - “Virtual tongue to predIct the oRganoleptic profile of mediterranean IngredienTs and their effect on hUman hOmeostasis by means of an integrated compUtational multiphysicS platform” vuole replicare in modo da riuscire a predire le proprietà organolettiche di un dato alimento, che avranno effetto sull’organismo umano, partendo dalla composizione chimica unica per ogni prodotto.

Pubblicato in Tecnologia

Reaction mechanism of the second ligation step of splicing

 


Passi avanti nella comprensione del meccanismo di splicing, il “taglia e cuci” attraverso cui le cellule convertono l’informazione genetica in una forma pronta per innescare la sintesi proteica. Lo studio dell’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom) pubblicato su Acs Catalysis, spiega per la prima volta come avviene la seconda fase del meccanismo chimico di splicing, per eventuali terapie di patologie connesse, come le leucemie e altri tipi di tumore.

 Uno studio dell’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom) in collaborazione con l’Istituto nazionale di chimica di Ljubljiana pubblicato su Acs Catalysis, spiega come avviene il meccanismo chimico dello splicing dell’RNA messaggero. Lo studio si focalizza su uno step critico per la formazione di un RNA messaggero maturo. L’RNA è l’acido nucleico che, insieme al più famoso DNA, costituisce un pilastro del codice genetico. Nelle cellule eucariotiche un macchinario molecolare chiamato spliceosoma svolge un processo di taglia e cuci che converte l’RNA messaggero in una forma matura, pronta cioè a essere letta per dare luogo alla sintesi proteica.

Pubblicato in Genetica

 



Costruiamo insieme il Mondo che Verrà. È questo il titolo della grande consultazione lanciata oggi dal WWF Italia che attraverso il proprio sito web e canali social chiede a tutti i cittadini di esprimere la propria opinione sul mondo da costruire una volta che l’emergenza sanitaria legata al contagio da COVID-19 sarà superata.

La pandemia contro cui tutto il Pianeta sta lottando ha messo in evidenza le nostre fragilità, cambiando le nostre certezze, le nostre relazioni sociali e il nostro modo di lavorare. Ha stravolto la nostra economia e la nostra società. La strada che sceglieremo per affrontare la crisi conseguente a questa emergenza sarà fondamentale non solo per costruire un futuro di benessere sostenibile, ma anche per prevenire ulteriori futuri drammi sanitari .
La scienza ci dice che malattie come il COVID-19, che mettono in pericolo la nostra salute e le nostre società, sono collegate al traffico di specie, alla distruzione degli ecosistemi e al nostro impatto sulla biosfera. Questo aspetto è stato approfondito nel report Pandemie, l’Effetto boomerang della distruzione degli ecosistemi da cui emerge un legame molto stretto tra le malattie che stanno terrorizzando il Pianeta (non solo il COVID-19) e le dimensioni epocali di consumo di natura che la Terra sta subendo e che ogni anno cresce a ritmo forsennato.


Ecco perché, oggi, è necessario scegliere la strada da percorrere per un benessere davvero sostenibile, equo e in armonia con la natura. Per questo la campagna “Il mondo che verrà” chiede a tutte le persone di esprimere la propria opinione, la propria visione, le proprie speranza con un messaggio, una proposta da postare su QUESTO SITO

Pubblicato in Ambiente

Medicina

Le pupille dei nostri occhi: uno specchio sulla meditazione mindfulness

Le pupille dei nostri occhi: uno specchio sulla meditazione mindfulness

21 Settembre 2020

Pubblicati su Current Biology i risultati di una ricerca condotta...

Paleontologia

A Notarchirico in Basilicata rinvenuti i più antichi manufatti litici Acheuleani europei: la scoperta sposta l’origine della tecnica a 700mila anni fa

A Notarchirico in Basilicata rinvenuti i più antichi manufatti litici Acheuleani europei: la scoperta sposta l’origine della tecnica a 700mila anni fa

15 Settembre 2020

Un team internazionale di ricercatori, fra cui alcuni studiosi dei dipartimenti di Scienze della...

Geografia e Storia

Alla scoperta della chimica e della mineralogia dell’interno della Terra attraverso lo studio dei diamanti super-profondi

Alla scoperta della chimica e della mineralogia dell’interno della Terra attraverso lo studio dei diamanti super-profondi

01 Settembre 2020

Pubblicato su PNAS lo studio di un team internazionale, a cui ha preso parte...

Astronomia e Spazio

Nel 2024 il Politecnico di Milano torna nello spazio con ESA

Nel 2024 il Politecnico di Milano torna nello spazio con ESA

18 Settembre 2020

Protagonista nella prima missione spaziale per difendere la Terra dagli asteroidi...

Scienze Naturali e Ambiente

Scuola: dal WWF una raccolta fondi straordinaria per costruire Aule natura

Scuola: dal WWF una raccolta fondi straordinaria per costruire Aule natura

21 Settembre 2020

Da oggi è attiva la raccolta fondi straordinaria del WWF Italia...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery